Contatti

Quattro più... te A Letizia (14-12-1994)


1.
Brividi sulla pelle
note schiacciate nell'aria
che bemolli trasformano
il corpo in elegante
farfalla, descrizione
di un vuoto siderale,
il cielo con le stelle
negli occhi, madre natura
nella bocca, fiumi di
capelli, senza tempo.

2.
Pensiero di pensiero
sei stupendo pensiero
folle idea di vivere
senza... accorgi
che già amo la poesia
del ballo, perché luce
perché tu.

3.
Dopo le notti insonni
dopo i giri di salsa
il grido animale termina
il torpore delle onde
sul mare noioso, languido
e tranquillo trascina
gli ultimi momenti di
felicità in un caleidoscopico
sorriso, in un ciao
detto alle quattro del mattino
in un sogno senza fine.

4.
Nel cielo porpora
con sfumature nuvolagrigio
attimi d'infinito
aria al neon frizzante
brucia la nebbia
dell'indifferenza,
bacio nel bacio.



A Sylva (26-09-1993)


Uno sprazzo che
brucia acqua e spazio
mentre il vento, le foglie...
Il sacrificio dei sogni
un solo attimo coglie
lo sforzo, la gara
la volontà di vincere
l'ultimo sapore dell'aria
di lasciare indietro tutto
e tutti per tagliare, primi,
quel filo invisibile che
divide il sogno del sacrificio.



A Tigresa (13-08-1993)


Le has dado una casa
ante que se muriera
lejos de su familia.

Me has dado un guerra
para querer una mujer:
arriba trozos de ciel
azul amargo
multitudes de cuerpos
el viento de tus dedos
va a mover.

Una vieja canción
las flores tocan,
una bomba de fuego
grita entre los trozos
perdidos de las casas.

Encuentras solo silencio
en la luz de la mente,
sonriendo a una niña
vestida de rojo.

En los ojos de juego
en la cara de la niña
encuentras la fe de un Dios
perdido
en otro lugar
en otro tiempo.



A Vicky (13-08-1993)


Miro por la ventana:
el cielo tiene un color
que parece dormir,
un tranquilo sueño
de la madrugada.

Pienso en mi y en
el pequeño trozo de
amor que tengo lejos.

Veo la ropa tirada en
la silla, deseo tocar
el corazón perdido,

una pequeña nube...



A Fili (13-08-1993)


Un vago olor
de un amor deseado
me puedes dar tu
sólo un beso,
el miedo de un beso
que no llega, ya
bajo la luz...

Clic...

Cierro la puerta
pierdo el recuerdo
en mi cuerpo
encuentro tu olor.

Sentado en mi mente
dormir no puedo;
una y otra vez
apoyo un cigarillo
con lo dedos quemados
de miedo:

ya se que tienes razón!



Merda (05-05-1993)


Caghiamo i sentimenti
in serbatoi vuoti
mentre la gente ci grida
di strappare le catene;
le lattine vuote
vengono schiacciate
in un cielo grigio di
indifferenza e di emarginazione;
gli animali che ci circondano
che ruttano e ci fanno
schifo continuano a
riempire il mondo
di merda.



Amore (14-03-1993)


Solo adesso mi dici che m'ami.
Dopo che mi sono innamorato
di un'altra persona,
dopo che ho cercato
di dimenticarti,
dopo che mi son detto
mille volte lascia stare.
Ora vieni e mi dici che m'ami:
non ha più senso ora.
Ti amo... addio.